Trasformare un inutile evento di networking in contatti interessanti di business

La settimana scorsa ti ho parlato di come rendere proficua la tua partecipazione a un evento di networking e ti ho anche anticipato che il vero successo risiede nelle azioni che farai seguire all’incontro.

Inizio con raccontarti il segreto più grande per un grande follow-up:

Il modo migliore per fare una cosa è farla. Amelia Earhart

Ora ti darò dei suggerimenti per migliorare la tua performance e per aiutarti, ma il vero segreto è farlo!

Quando? L’ideale è impiegare un paio di ore al mattino seguente, se ti è impossibile sappi che hai al massimo due giorni per procedere con azioni che abbiano un impatto positivo.

Perché? Lo scopo dipende da te. La scorsa settimana abbiamo visto come sia importante partecipare a un evento avendo chiara la finalità che ora deve essere perseguita anche nelle azioni che ti appresti a mettere in atto. È possibile che i contatti che hai ottenuto siano di diverso livello e interesse, diventa basilare imparare ad assegnare delle priorità, ricontattando prima quelli più funzionali.

Come? Qui hai tre approcci:

  1. Fare la cosa più semplice e che sei sicuro di riuscire a portare a termine. Ti è più agevole mandare una mail piuttosto che fare la telefonata? Scegli ciò che vuoi. Se fare il follow-up è una cosa fuori dalle tue corde ed è il tuo tallone d’Achille, l’importante è che inizi una routine.

  2. Nel caso in cui tu te la senta, puoi impiegare un po’ di tempo e prove per comprendere che cosa è più adatto a te. Questa è l’opzione giusta se hai colto a fondo i risultati che potrai ottenere e sei capace di organizzarti.

  3. Un ulteriore livello è comprendere ciò che l’altro desidera e agire di conseguenza. Se durante il breve colloquio ti ha detto che ama (oppure odia) le mail cerca di adeguare il tuo stile a ciò che lo farà sentire più a suo agio. Scegliere questo approccio significa mandare un messaggio forte: vuol dire che lo hai ascoltato, lo hai compreso e che puoi parlare la sua lingua. Lungi dallo stravolgere il tuo modo di essere, si tratta di individuare un terreno comune che può gettare le basi per la costruzione di una solida relazione.

Una volta che hai compiuto questa scelta, ecco alcuni suggerimenti pratici:

  1. L’ideale sarebbe mandare un biglietto scritto a mano. Già sento il coro di chi dice “Non si fa più!”. Bene, proprio perché non si fa più, farlo ti distingue dalla massa. Certo, ti devi organizzare, preparare dei biglietti, magari di diverso tipo, da utilizzare a seconda delle persone o degli eventi. Sappi che ci sono anche siti che ti permettono di fare tutto on line, ma poi spediscono all’indirizzo il tuo biglietto. Scritto a mano ha sicuramente un altro impatto (e non dire che scrivi male… anche io, basta metterci un po’ di attenzione).

  2. Spedire una mail. Prepara un testo accattivante e cerca di adattarlo per quanto possibile. Fai che la persona dall’altra parte comprenda che stai scrivendo proprio a lei. Fai attenzione a inserire link che rimandino al tuo sito o altro, perché alcuni provider di posta elettronica gettano nello spam le mail che contengono link, se il tuo indirizzo non è stato approvato.

  3. Fare una telefonata. In questo caso ti invito a prepararti prima, visita il suo profilo LinkedIn chiedendogli il contatto e il sito aziendale. Quando lo chiami fai dei riferimenti a ciò che hai visto, questo gli farà capire che ti interessa veramente, che stai mettendo dell’attenzione nella sua persona.

  4. Chiedere un appuntamento. Se ti interessa proseguire e incontrarlo, il mio consiglio è fissare un appuntamento dicendogli che vuoi conoscere meglio il suo business, prenditi 30 minuti e, quando vai lì, rispettali. Finiti i 30 minuti saluta. Lui può fare due cose: salutarti a sua volta o chiederti “Di te non parliamo?”. In questo secondo caso, organizza un nuovo appuntamento, magari nel tuo ufficio: quando lo incontrerai sarà già la terza volta e la vostra relazione sarà ad un altro livello.

Metti in pratica questi suggerimenti e ti accorgerai che smetterai di pensare che gli eventi di networking sono inutili e non ti portano nessun nuovo reale contatto.

0 visualizzazioni0 commenti

Post correlati

Mostra tutti