Quanto ti costa non migliorarti?

I percorsi formativi che imprenditori e professionisti seguono con me hanno due formule: tre ore la settimana per sedici settimane o sette giornate complete ogni quindici giorni.

Una delle obiezioni che mi vengono poste è che è difficile organizzarsi per così tanto tempo.

I miei percorsi sono solo un esempio: che sia un master in economia o piuttosto un’accademia di marketing, formarsi e trasformarsi implica degli investimenti:

  1. Motivazione: è fondamentale il tuo coinvolgimento per la riuscita dell’impresa. Oltre all’attenzione in aula, dovrai dedicare il tuo impegno nell’apprendere quanto è stato spiegato.

  2. Tempo: ovviamente anche il tempo deve essere investito al fine di ottenere il risultato.

  3. Cambiamento: percorrere una strada nuova significa arrivare in una nuova destinazione. Potrebbe essere un modo nuovo di fare le medesime cose, anche in questo caso è un cambiamento da accettare.

  4. Denaro: quale che sia il costo del percorso, oltre al puro investimento, dovrai considerare il costo del tempo che passerai a formarti e studiare.

Come dicevo: devi essere disposto a investire. Proviamo a guardare la situazione da un altro punto di vista: quanto ti costa NON farlo?

  1. Concorrenza: siamo in un mondo in continua evoluzione, alcuni dei tuoi concorrenti troveranno tempo e risorse per migliorarsi e daranno la caccia ai tuoi clienti.

  2. Collaboratori: trovare persone che sposino il tuo progetto, che sputino sangue, sudore e lacrime per la tua azienda, che siano fedeli ed evitino di cercare un altro lavoro, è difficile. La tua impresa deve essere attraente, il luogo di lavoro stimolante, altrimenti perderai i migliori.

  3. Tempo libero: quali che siano i tuoi interessi (parapendio o domenica al parco con i tuoi figli), la qualità del tuo tempo libero dipende dalla soddisfazione che provi nel tuo lavoro.

Ora puoi chiederti, e poi risponderti sinceramente, quanto più pesa l’investimento rispetto al risultato. È possibile che tu abbia un prodotto unico sul mercato, che i collaboratori facciano a gara per venire a lavorare da te, che la tua giornata lavorativa sia di quattro ore.

Se la realtà è diversa… scrivimi e cercheremo insieme il modo per rendere migliore la qualità della tua vita lavorativa.

0 visualizzazioni0 commenti

Post correlati

Mostra tutti