Qual è l’età giusta per scegliere le persone giuste (con cui lavorare)?

Un paio di settimane fa, durante un incontro della Community Toscana Nord è uscito più volte il tema di quando sia il momento giusto per scegliere le persone giuste con cui lavorare.

Spesso gli imprenditori sono convinti di doversi “meritare” il momento in cui scegliere di lavorare solo con alcuni clienti. Io credo fermamente che la qualità della tua vita sia importante oggi, perché domani è un altro giorno e l’unico che viviamo fino in fondo, e sappiamo che c’è, che è qui, è proprio oggi.

Quando chiedo agli imprenditori quali siano i clienti giusti, la risposta maggiormente frequente è “Quelli che pagano!”, vero e falso al tempo stesso. Vero perché un cliente che ti paga è piacevole, falso perché ce ne sono alcuni di cui, potendo, faresti volentieri a meno.

Andiamo un po’ più in profondità:

  1. Quelli che comprendono il tuo valore

  2. Quelli che comprendono quanto tempo necessita consegnare il tuo prodotto/servizio

  3. Quelli che si fidano del tuo parere di esperto

  4. Quelli che “il prezzo è importante, ma io voglio lavorare con te”

Queste sono le parole che puoi usare per descrivere il tuo cliente ideale: passare il tuo tempo lavorativo con lui è piacevole, stimolante, interessante, sfidante, divertente. Normalmente questo è un cliente che paga e il suo margine di contribuzione è alto. È la persona giusta per la giusta qualità della vita che desideri.

Quanti clienti ci sono così nel tuo portafoglio? Quanto tempo riesci a dedicare loro e quanto te ne portano via clienti poco interessanti, tignosi, antipatici e cattivi pagatori?

Qual è il momento giusto, per te, di scegliere i clienti giusti con cui lavorare e innalzare la qualità della tua vita?

Se vuoi sapere come identificarli, scrivimi e fissiamo una prima consulenza telefonica gratuita in cui comprenderai come raggiungere il tuo cliente ideale.

0 visualizzazioni0 commenti