Perché una mastermind può sviluppare la tua attività

Aggiornamento: 8 feb

La sensazione di essere sola al comando appartiene a chi fa impresa.

Scegli di aprire una tua attività perché vuoi realizzare un tuo sogno e vuoi farlo a modo tuo. Vuoi lavorare con persone che ti piacciano, potendo scegliere i clienti, i fornitori e i collaboratori. Eppure ci sono dei momenti in cui senti un profondo senso di solitudine che da un lato esalta la tua libertà e dall’altro ti fa provare il peso della responsabilità di ogni tua decisione.

Altre volte senti il desiderio di esprimere i tuoi progetti e pensieri ad alta voce, perché questo aiuta a definirli meglio e avere di fronte una persona che possa farti da specchio, aiuta a vedere meglio.

Dove trovare una persona simile? Quando ingaggi coach, consulenti o trainer sai che siete su due differenti livelli, d’altra parte li paghi proprio per questo! Invece a volte serve una tua pari per avere un punto di vista “laterale” e che ti può mostrare la situazione da un’angolazione diversa.

Le associazioni di professionisti o i gruppi Facebook di imprenditori tentano di fare questo: mettere in contatto persone che affrontano problemi simili perché si possano confrontare.

L’altro giorno mi è stato fatto notare come in gruppi simili io parli solo di business in termini di promozione e non di confronto. È vero e lo faccio per una serie di motivi:

  • le poche volte che ho chiesto aiuto/consigli non ho ottenuto grandi risposte

  • se si tratta di un problema della mia attività, mi fa sentire vulnerabile raccontare cosa “non” funziona

  • spesso non conosco chi risponde e non so quale sia la sua professionalità. Il suo consiglio è davvero di valore per me?

Questi sono alcuni dei miei dubbi e sono certa che siano anche i tuoi perché è ciò che mi viene raccontato quando mi confronto con altre professioniste e imprenditrici.

E quindi?


La mastermind è uno strumento che trova soluzioni alle tue difficoltà. Viene definita la prima volta nel 1937 da Napoleon Hill nel libro Pensa e arricchisci te stesso in cui afferma che:

Due menti che si uniscono tra loro creano una terza forza, invisibile e intangibile, paragonabile a una terza mente superiore

definita mastermind.

Vuol dire che unendo le forze, il risultato che ne deriva è superiore alla semplice somma: 1+1=3.

Ci sono molti modi di organizzare una mastermind: può essere settimanale, mensile, annuale. Oggi ti voglio parlare di quella che è in grado di far sviluppare la tua attività.

Ci sono tre punti importanti di cui tenere conto:

  1. Le persone coinvolte

  2. La gestione dell’incontro

  3. La durata


Le persone coinvolte

Il termine che si usa per identificare le partecipanti è gruppo di pari: vuol dire che nessuno è superiore agli altri. La forza del gruppo è condividere e apprendere dalle diverse esperienze, professioni, percorsi di vita con un senso di dono per crescere.

L’errore più comune è pensare di scegliere solo persone che conosci molto bene e di cui ti fidi. Spesso queste sono persone che vivono nel tuo “ambiente” e quindi hanno la tua stessa prospettiva. Ciò che è importante nella selezione è che ci siano:

  • valori condivisi

  • disponibilità a condividere sia i problemi sia le soluzioni

  • avere un punto di partenza simile

  • avere un obiettivo comune

  • avere un mercato comune


La mastermind può essere costruita intorno a qualunque obiettivo, personale e di business. Perché funzioni c’è bisogno che il gruppo vada nella stessa direzione: una multimiliardaria che vuole vendere i propri prodotti in Cina e una freelance che vuole arrivare a fatturare 50k all’anno hanno differenti obiettivi, mercati e competenze.

L’ingrediente segreto perché il gruppo di pari si crei è la coordinatrice: lei è il punto di incontro delle persone che vogliono vivere questa esperienza e non sanno chi scegliere. È lei che abbina le persone in modo che possano integrarsi ed essere di valore le une per le altre.



La gestione dell’incontro

Il tipo di mastermind di cui ti parlo è quella che gestisco io e che ha aiutato molte imprenditrici.

Il punto centrale è l’ambiente protetto. Quando partecipi a una mastermind ti devi sentire al sicuro e serena di poter condividere le tue esperienze, i fallimenti e i successi. Per fare questo è necessaria la fiducia.

La definizione di fiducia secondo la Treccani:

atteggiamento, verso altri o verso sé stessi, che risulta da una valutazione positiva di fatti, circostanze, relazioni, per cui si confida nelle altrui o proprie possibilità, e che generalmente produce un sentimento di sicurezza e tranquillità.

In una mastermind la fiducia si crea, incontro dopo incontro. Anche se all’inizio si è sconosciute.

La gestione dell’incontro da parte di una coordinatrice è fondamentale: è colei che si assicura che le partecipanti possano integrarsi e si assicura che l’ambiente sia favorevole alla costruzione della fiducia.

L’incontro ideale ha da un minimo di 3 a un massimo di 6 partecipanti, una volta a settimana. La durata è tra l’ora e l’ora e mezza.

La scaletta è composta di tre momenti:

  • in apertura si condividono i successi della settimana

  • nella parte centrale ogni persona presenta la sfida di cui vuole parlare e le altre condividono le proprie conoscenze ed esperienze per aiutare

  • in chiusura ciascuna dichiara i progressi che vuole ottenere per la prossima volta, indicando le azioni che vuole mettere in campo

Questo circolo virtuoso aiuta le partecipanti a conoscersi e costruisce la fiducia.


La durata

La mastermind è uno strumento messo a disposizione per raggiungere gli obiettivi, quindi la sua durata è strettamente collegata allo scopo.

Se vuoi fatturare 50k in un anno, ha senso che gli incontri durino un anno perché è un percorso composto di molte tappe.

Se l’obiettivo è lanciare un prodotto online, quattro mesi è una durata corretta.

Sconsiglio delle mastermind che durino meno di tre mesi, difficilmente si riesce a ottenere il giusto valore. D’altro canto è un buon lasso di tempo per conoscere chi fa parte del gruppo e capire se possono nascere delle alleanze.


In questi giorni molte professioniste mi hanno chiesto maggiori informazioni e mi hanno detto che vorrebbero far parte di una mastermind. Se è così anche per te, scrivimi e ti dirò di più: barbara@ilmarketingrelazionale.it




28 visualizzazioni0 commenti

Post correlati

Mostra tutti