Perché costruire alleanze?

Tutti dicono che le relazioni di business sono importanti, ma tu sai perché costruire alleanze è strategico per la tua attività?

Se vuoi far prosperare la tua impresa, avere una strategia è alla base della tua operatività. Ti permette di tenere la direzione e di definire le attività che sono coerenti con il punto che vuoi raggiungere.

Dico spesso alle mie clienti che sono loro ad avere la possibilità di scegliere gli obiettivi, il mio compito è aiutarle a definirli al meglio e creare insieme a loro la giusta strategia per raggiungerli. Avere buone relazioni di business è parte del piano di gestione di un’attività. Eppure comprenderne a fondo il perché può fare la differenza. Avere chiaro l’obiettivo ti rende più semplice scegliere le attività e decidere cosa perseguire e cosa lasciar perdere.

Quando chiedo alle professioniste e imprenditrici perché costruire le alleanze le risposte che ho raccolto mi fanno pensare che sia poco chiaro il motivo e soprattutto la potenza di un’alleanza.

La scorsa settimana ho parlato delle difficoltà che le persone incontrano nel costruire le alleanze e ho evidenziato come siano superabili. Eppure anche se hai il metodo corretto, se stai sbagliando direzione difficilmente otterrai il risultato desiderato.

Inizio spiegando la distinzione tra le relazioni di business e le alleanze:

  • le relazioni di business sono l’insieme dei tuoi contatti, di vario livello, che gravitano nell’ambito della tua attività. In questo gruppo hai altri tre sottogruppi:

  • Contatti: persone che NON conosci dal vivo, sei in contatto soprattutto sui social e quasi non avete interazioni.

  • Legami deboli: individui con cui hai passato una quantità limitata di momenti a bassa intensità, ma con cui hai comunque un rapporto amichevole.

  • Relazioni professionali: persone che conosci e frequenti. Clienti, fornitori, colleghi

  • E poi ci sono le

  • Alleanze: persone con le quali costruisci progetti a lungo termine e avete a cuore i risultati dell’altra.


Questa distinzione ti fa già comprendere come molto spesso associ le alleanze alle relazioni professionali. Vediamo insieme perché costruire alleanze è strategico:

  • Avere più informazioni: viviamo in un mondo iperconnesso che ti bombarda di notizie e comprendere quali siano quelle importanti, quali siano fake diventa complesso. Avere un gruppo di persone esperte che possono segnalare quelle informazioni che possono fare la differenza per la tua attività diventa strategico. Si risparmiano tempo e risorse. Inoltre questo ti permette di concentrarti sulle tue tematiche specifiche per ricambiare le informazioni che riceverai.

  • Raggiungere nuovi mercati: costruire un’alleanza vuol dire progettare insieme le strategie e raggiungere mercati che prima non avevi. La migliore alleanza è con una persona che ha una professione o azienda che è complementare e NON concorrente con te. Creare una sinergia vuol dire far accedere lei al tuo pubblico, ai tuoi clienti e tu ai suoi. Un aumento di visibilità e anche di credibilità: se la persona sceglie di fare un progetto con te, vuol dire che per lei sei credibile e questa fiducia viene percepita da chi la segue.

  • Avere più potere d’acquisto: insieme potete scegliere di acquistare e ottenere degli sconti, oppure condividere dei costi e questo migliora le vostre finanze lasciandovi più possibilità di investire nella vostra attività.

Infine voglio darti un altro ottimo motivo per cui costruire alleanze. Io lo considero come quello più importante, ma so che viene percepito solo dopo un po’ di tempo:

  • Non essere più sola: avere un’impresa, lavorare in proprio è un impegno solitario. In Italia poi, dove si dice che il numero giusto di soci è un numero dispari inferiore a tre, ancora di più. Avere una persona alleata con cui confrontarti, fare ragionamenti che riguardano la tua attività, avere dei consigli sinceri, poter condividere fallimenti e successi è un valore aggiunto incredibile e potente.

La prossima settimana ti svelerò quanti sono gli alleati necessari per far crescere la tua attività e ricorda un aspetto importante: sei tu che decidi dove vuoi portare la tua impresa. Sei tu che scegli quanto vuoi farla crescere, sei tu che scegli quali sono le persone con cui lavorare, sei tu che decidi qual è la vita personale e professionale che vuoi.

Se non stai scegliendo, allora è il momento di programmare la tua crescita.

In questo caso ho creato per te un percorso in 4 passi che ti aiuta a programmare i tuoi prossimi 12 mesi e a comprendere come collegare i tuoi obiettivi alla costruzione delle tue alleanze.

Trovi il mio regalo per te cliccando qui.


19 visualizzazioni0 commenti

Post correlati

Mostra tutti