Il tuo piano marketing relazionale: il tuo cliente ideale

In queste settimane ti sto parlando delle componenti fondamentali per costruire il tuo piano marketing relazionale. Abbiamo parlato di te, del tuo perché, di ciò che tu vuoi per la tua azienda e di come la tua immagine impatta sugli altri.

Oggi affrontiamo un tema decisivo: il tuo cliente ideale. Immagina un bersaglio e visualizza il punto che vorresti colpire: si tratta del cerchio esterno o del centro? Sono certa che stai pensando a centrare quel pallino nero da 1.000 punti al centro! Allora perché quando pensi ai tuoi clienti credi che qualunque cliente che paga vada bene?

Ci sono alcuni aspetti di cui devi tenere conto quando identifichi il tuo cliente ideale:

  1. Deve essere un tipo di persona con cui ti piace lavorare: passerai con lui, e con quelli come lui, la maggior parte del tuo tempo. Interagire con clienti che siano in linea con te, con i tuoi valori, con il tuo modo di lavorare ti rende la vita migliore.

  2. Ricorda che la maggior parte dei clienti soddisfatti ti referenzia a persone simili a loro, quindi lavorare con i clienti giusti significa che il passaparola arriverà a individui con cui avrai piacere di interagire.

  3. Deve rappresentare una contribuzione importante del tuo reddito: so che un cliente che ora compra poco domani potrebbe acquistare di più, eppure una figura di quel tipo si mangia molto del tuo tempo e, a conti fatti, probabilmente ti costa più di quanto ti renda.

  4. Deve essere chiaramente individuabile: la base del marketing relazionale è costruire reti di persone che indirizzino a te il tuo cliente ideale. Per loro deve essere semplice aiutarti e comprendere a chi parlare di te è fondamentale.

  5. Deve essere raggiungibile, in termini di tempo ed economici: a volte si punta a obiettivi difficili poi da gestire e che rischiano di rendere complicata la soddisfazione del cliente.

  6. Deve essere solo di una tipologia: avere due diversi tipi di clienti vuol dire dover costruire due differenti reti di relazioni nelle quali dovrai investire tempo e denaro.

Se la tua azienda ha qualche anno di attività, sicuramente hai già un parco clienti che stai servendo. Identificare un cliente ideale vuol dire comprendere verso quale obiettivo punteranno i tuoi sforzi nel costruire un piano marketing relazionale. Questo vuol dire che puoi tranquillamente continuare a lavorare con chi ti è fedele, mentre le tue attività di relazioni saranno indirizzate a una tipologia specifica.

Creare un piano di marketing relazionale strategico vuol dire puntare un obiettivo e mettere in pista tutte le attività necessarie affinché la tua rete possa supportarti nel raggiungimento del tuo successo.

Qual è il cliente che vuoi raggiungere con il marketing relazionale?

0 visualizzazioni0 commenti