Fare un follow-up di successo

Il vero successo di un evento di networking a cui hai partecipato è se, a seguire, si è generato per te del business. Ci sono diversi tipi di persone con cui puoi generare affari e che puoi incontrare in un momento del genere:

  1. Clienti: la maggior parte delle persone partecipa perché spera di trovare dei clienti. In realtà questo è anche l’aspetto più difficile. Devi essere bravo a trovare il momento giusto in cui la persona abbia bisogno del tuo prodotto/servizio, o che il suo attuale fornitore abbia mancato gravemente in qualcosa, altrimenti è difficile che un breve contatto possa generare un’operazione di acquisto.

  2. Fornitori: si tratta dell’aspetto speculare del punto precedente. Potresti incontrare qualcuno che ha un prodotto/servizio innovativo di cui ti interessa avere maggiori informazioni, oppure trovi l’opportunità di un nuovo fornitore.

  3. Concorrenti: conoscere chi opera nel tuo stesso mercato è importante, capire chi è e come si muove può essere produttivo per il tuo business.

  4. Collaboratori: a vario titolo. Da qualcuno che potrebbe diventare un componente della tua squadra a chi potrebbe essere coinvolto in un tuo progetto.

Oltre a tutte queste possibilità ce n’è una che riveste una grande importanza: potresti incontrare qualcuno con cui sei in sintonia, con il quale ti piacerebbe lavorare anche se non è chiaro come, che fa parte della tua sfera dei contatti (professionisti e attività che sono complementari a ciò di cui ti occupi, senza essere tuoi concorrenti) e che quindi potrebbe divenire una tua fonte di referenze o, anche, un partner referenziale.

Ora puoi capire come la giusta gestione del follow-up possa rappresentare la differenza tra lo spreco di tempo e l’ottenimento di nuovo business. Per questo motivo ti invito a fare sempre il follow-up e, se possibile, a usare il metodo 24/7/30:

  1. 24: entro 24 ore manda una mail, un messaggio, una nota vocale, ciò che preferisci e ringrazia la persona per aver parlato con te, dille che sei felice d’averla conosciuta e che speri che questo produca risultati in futuro.

  2. 7: entro 7 giorni cercala sui social e crea un nuovo contatto. Per fare questo è importante che la tua presenza sui social sia professionale, quindi se la tua pagina Facebook riporta tue foto compromettenti, piuttosto che post un po’ forti, scegli LinkedIn che è lo strumento maggiormente professionale. Se il tuo profilo Facebook va bene e lui accetta la tua amicizia, evita di chiedergli di mettere Like alla tua pagina professionale Facebook un secondo dopo.

  3. 30: entro 30 giorni fissa con lui un appuntamento, meglio se di persona, altrimenti utilizza strumenti come Skype o Zoom per rendere il contatto ancora più personale.

Partecipare a molti eventi di networking senza curare il dopo è inutile. Il tuo tempo ha un grande valore, per questo motivo va impiegato nel modo giusto. Scegli gli eventi che più sono adatti alla tua attività e investi parte del tuo tempo nel fare follow-up efficaci che ti aiuteranno a incrementare il numero e il valore delle tue relazioni.

Se ti interessa partecipare agli eventi che organizzo, scrivimi e ti manderò l’invito, oppure segui la mia pagina Facebook.

0 visualizzazioni0 commenti