Eventi di networking: che tipo di partecipante sei?

Nella mia vita professionale ho partecipato a molti eventi di networking e ho imparato a individuare che tipo di persona ho davanti, data la mia esperienza. Fondamentalmente ci sono quattro tipologie di partecipanti:

  1. I venditori, quelli che sono abituati a questi eventi e parlano con tutti raccogliendo e seminando biglietti da visita a tutti.

  2. I presenzialisti, quelli che partecipano a ogni evento per incontrare chi conoscono e dire “Io c’ero!”.

  3. I timidi, quelli che sanno che partecipare farebbe loro bene, solo che poi restano in disparte senza conoscere nessuno.

Esiste poi un’altra categoria che è a un altro livello: sto parlando del buon networker. Per sapere a quale livello sei ti invito a compilare questo test.

Quando vai a un evento di networking tu…

Fai il totale per ogni colonna e poi moltiplica il numero:

Qualche Volta x 2

Spesso x 3

Mai x 1

Dal tuo punteggio si possono dedurre alcune informazioni:

Più di 24:        sei tra i buoni networker e lavori alla costruzione delle relazioni. Più il tuo punteggio è alto, più sei sulla strada giusta. Ricorda che il contatto a un evento di networking è solo il primo passo, la relazione la costruirai in seguito. Il follow-up 24/7/30 è una delle chiavi del tuo successo.

Tra 17 e 23:     sei sulla strada giusta, hai bisogno di lavorare sui tuoi punti deboli. Analizza i Qualche Volta e i Mai e migliora al prossimo evento.

Meno di 16:      come fare networking è un concetto poco chiaro per te, ti conviene approfondire, in questo blog troverai alcuni articoli che ti possono essere d’aiuto.

Qual è la reale differenza tra il venditore e il buon networker? Le affermazioni 3, 4 e 5 sono fondamentali: il venditore è interessato a piazzare il suo prodotto, ascolta il giusto per capire cosa vendere e se chi ha davanti ha poca necessità del suo prodotto/servizio, passa a qualcun altro. Un buon networker ha due orecchie e una bocca e le utilizza nel modo giusto. Sente cosa dice la persona davanti a lui, lo mette in relazione con le esigenze che ha sentito da qualcun altro e con la bocca crea il contatto.

Se, da un lato, un evento di networking è efficace quando riesce a far mescolare le prime tre categorie, a farle interagire, il vero successo è quando fornisce gli strumenti per avvicinarsi all’ultima tipologia che permette a tutti di lasciare l’evento avendo ottenuto il risultato di aver conosciuto nuovi contatti con i quali potrebbe scaturire del business e delle collaborazioni.

Gli aperitivi che organizzo come Asentiv Toscana Nord hanno la caratteristica di fornire una scheda di esercizi che ciascun partecipante compila durante l’evento. La scheda richiede che la persona interagisca con un numero preciso di partecipanti durante il tempo stabilito e spinge spesso le persone un po’ fuori dalla loro zona di comfort: questo è importante per apprendere una nuova metodologia. Ogni scheda compilata completamente dà diritto a ricevere un premio.

Se vuoi organizzare un evento per far incontrare i tuoi contatti e permettere loro di ottenere un risultato, contattami e ti aiuterò a creare un momento che ti farà diventare un punto di riferimento nella tua sfera dei contatti.

P.S. Se il follow-up 24/7/30 ti è sconosciuto, leggi l’articolo della prossima settimana!

0 visualizzazioni0 commenti

Post correlati

Mostra tutti