Come trovare clienti: primo passo

Aggiornamento: 31 mar


Trovare clienti: primo step

Avere un flusso costante di clienti vuol dire rendere sostenibile e profittevole la tua attività.

Significa aver creato un sistema che mescola una serie di strategie che, con il tempo, iniziano a costruire quel flusso costante che ti permette di trovare clienti ogni giorno.

Ciò di cui è importante tu sia cosciente è che tutte le strategie, compreso il passaparola, funzionano solo se la tua attività funziona e tu riesci a comunicarlo.

Che tu voglia usare il passaparola, i social, o vendere direttamente tu, il primo passo è rendere efficace il tuo messaggio.


Se mi segui da un po' sai che io dico spesso che il più grande veicolo per il passaparola non è solo il tuo cliente. Sono le tue relazioni di business, le tue relazioni professionali, le tue alleanze che possono accelerare il tuo processo di crescita.

Quindi il tuo messaggio ha bisogno di essere chiaro, di facile comprensione, attrattivo e ripetibile. Resterà nella mente delle persone, si ricorderanno di te e questo vale per qualunque strumento di marketing tu decida di utilizzare.

Parliamo in specifico delle tue alleanze: hanno bisogno di comprendere che tu non sei una loro concorrente. Se ci sono delle aree di sovrapposizione tra voi, le persone diventano molto caute nel parlare di te, per paura che tu possa accaparrarti il loro contatto.


Per questo motivo ho deciso di portarti attraverso un percorso di 4 tappe che approfondirà le 4 aree su cui hai bisogno di mettere la tua attenzione per poter generare un sistema che ti aiuti a trovare clienti con costanza.

Al termine di ogni settimana ti lascerò un esercizio da fare per capire se il tema affrontato è ottimo nella tua attività o migliorabile.

Ti invito a metterti in gioco perché se ciò che hai sempre fatto NON produce i risultati che desideri, è il momento di testare nuove strade, nuove strategie.


Ricorda: sei tu che compi le scelte perché tu sei l’imprenditrice.


Chi sei e cosa fai?

Partiamo da capire come rendere semplice questo primo aspetto fondamentale.

Se vuoi che gli altri si ricordino o parlino di te, per loro è imprescindibile che il tuo messaggio sia chiaro e ripetibile. Altrimenti NON ci metteranno tutta l’attenzione che ti aspetti.

Voglio essere più specifica: se sono una tua potenziale cliente e leggo un tuo messaggio (post, video, newsletter) e NON lo capisco, NON mi attrae e quindi NON lo compro. Anzi, nemmeno approfondisco.

Se ho acquistato il tuo prodotto/servizio, mi sono anche trovata bene, ma ho difficoltà a spiegare in modo semplice ciò che fai, allora NON parlerò di te. Perché altrimenti sembrerei stupida e NON voglio sentirmi stupida.

Come vedi, da qualunque parte lo guardi, il tuo messaggio ha bisogno di essere chiaro e ripetibile.


Esercizio per questa settimana:

chiama almeno 5 persone che ti conoscono e che pensi sappiano qual è la tua attività. Scegli un cliente, un fornitore, un collaboratore, un collega insomma cerca un campione misto e chiedigli di spiegare in 14 parole chi sei e cosa fai.

Quattordici parole sono il valore di un respiro.

Ecco alcuni esempi:

  • Creo sorprese di carta per rendere unici e indimenticabili i tuoi momenti felici - Simonetta Viazzi

  • Aiuto brand e imprenditrici a dare voce al loro business grazie ai podcast - Gabriella Bellomo

  • Progetto spazi dell'anima per aiutarti a compiere la tua missione - Michela Martini


chi sei e cosa fai

Sta a te scegliere le persone giuste, alcune che ti conoscano molto bene altre che invece ti conoscano meno, per capire come sei percepita.

Saranno capaci di veicolare il messaggio che vuoi tu?

Saranno in grado di creare un messaggio che attiri il tuo cliente ideale?

Scrivimi com’è andata a barbara@ilmarketingrelazionale.it

Se le risposte ti soddisfano, se sono tutte perfettamente centrate, allora stai lavorando bene.

Per mia esperienza so che difficilmente sarai soddisfatta del risultato e quindi ecco per te come costruire il tuo “chi sei e cosa fai”.


Cosa ti motiva?

Per far comprendere chi sei è importante trasmettere cos’è che ti motiva, qual è il tuo perché: perché fai quello che fai, qual è la tua motivazione interna che ti spinge ad alzarti ogni mattina.


Per me è importante aiutare le donne a riconoscere il proprio valore: far capire quanto valga il loro business ed essere in grado di farlo emergere, farlo brillare e illuminarlo.

Io ho chiaro qual è il mio perché: per tutta la vita ho lottato per far riconoscere il mio valore e questa è la forza che mi spinge ad aiutare le altre donne che fanno impresa.

Il perché è profondamente legato a te e alla tua storia e ti motiva a prescindere dal lavoro. Questo vuol dire che puoi rendere funzionale la tua motivazione in molti lavori.

Nel mio caso, io potrei aiutare le persone a riconoscere il proprio valore in tanti modi diversi: lavorando sul business plan e dimostrando quanto la loro idea abbia valore. Potrei essere una coach o una counselor. Potrei essere un’insegnante.

Anche la mia tesi di laurea ha come punto di partenza il riconoscere il valore nascosto: ho analizzato una serie di calendari Lakota che fino a quel momento erano stati recensiti solo come prodotti artistici. Io ne ho visto invece la potenza come strumento di storia orale.


Il tuo perché è ciò che parla al cuore delle persone e trasferisce i tuoi valori, ciò in cui credi. La sua potenza vale sia con i tuoi clienti sia con i tuoi alleati.

Per trovare clienti è importante che la tua motivazione venga trasferita, inoltre essendo profondamente legata a te, permette di distinguerti e renderti riconoscibile.


il mio perché


Cosa vuoi raggiungere?

Raccontare qual è il tuo obiettivo è uno dei modi per far capire chi sei e cosa fai.

Sento molte professioniste e imprenditrici dire che attraverso il loro lavoro vogliono cambiare un po’ il mondo.

Io credo profondamente che se ognuna di noi cambiasse un pezzo di mondo per quanto la riguarda, tutti vivremmo meglio.

Come vuoi farlo? Lo puoi esplicitare attraverso la tua visione.


Se il perché è profondamente legato a te come persona, la visione è invece legata alla tua attività.

La maggior parte delle persone che fanno impresa con cui ho parlato hanno difficoltà a definire la loro visione a 3 o a 5 anni.

È vero che questi anni hanno dimostrato che i programmi possono essere stravolti, ma fare impresa vuol dire avere un obiettivo da perseguire e una direzione da tenere.

La visione fa capire dove vuoi portare la tua attività, come investirai i soldi dei tuoi clienti e di chi crede in te, quali sono le collaborazioni che vuoi costruire.


Comprendi come trovare clienti diventi più semplice se le persone hanno un'ulteriore informazione per capire cosa ti differenzia dai tuoi concorrenti?

Avere una visione ispira le persone, le attrae e ti permette di trovare clienti interessati a farne parte.


la nostra visione

Come realizzerai tutto questo?

Il terzo pilastro della tua comunicazione è la missione.

Qualcuno confonde la missione con il tuo perché.

Come ti ho spiegato il perché è personale e può essere applicato a diverse attività.


La missione è come l’attività realizza la visione.

Definisce i confini di ciò che fai e anche di ciò che NON fai.

Perché i tuoi clienti possano trasferirla ha bisogno di essere chiara, senza termini troppo tecnici. Per i tuoi alleati è importante che siano chiari i tuoi confini, altrimenti scatta la paura di una possibile sovrapposizione tra le vostre figure. In questo caso la persona si sentirà meno serena a proporti, soprattutto se reputa che tu sia molto brava e che rischi di oscurare la sua figura.


Una missione chiara ti fa trovare i clienti che hanno chiaro cosa vogliono e si rispecchiano nelle tue parole.


la nostra missione

Quindi vediamo di riepilogare:

  • il tuo perché trasferisce i tuoi valori la tua motivazione, il significato profondo che ti spinge a fare ciò che fai;

  • la tua visione fa capire cosa vuoi realizzare e attrae chi vuole realizzarla con te;

  • la tua missione sono le attività che metti a disposizione dei tuoi clienti e cosa renderai possibile per loro.


Trovare nuovi clienti significa rendere semplice il cammino per raggiungerti e ricorda:


comunicazione chiara e ripetibile


Ecco le professioniste che ho nominato:

A little bit of paper - Creativa della carta

Gabriella Bellomo - Consulente podcast per Brand e Personal Branding

Michela Martini - Architetta Feng Shui





90 visualizzazioni0 commenti

Post correlati

Mostra tutti