Come e perché creare un freebie

Aggiornamento: 2 giorni fa




Indice

Cos'è un freebie

Perché creare un freebie

Quali tipi di freebie

Come creare un freebie

Come distribuire un freebie

Quanti freebie creare



Avere follower che ti seguono sui social e mettono like ai tuoi post è un buon punto di partenza. Il passaggio successivo è iniziare a costruire una relazione.


In questa serie di articoli ti sto spiegando come strutturare la tua attività, così da fare un passo avanti verso una mentalità imprenditoriale. Organizzare le azioni e programmare i passaggi libera il tuo tempo.


Cos’è un freebie

Il freebie è un contenuto gratuito che rendi disponibile a chi ti raggiunge. Il termine “gratuito” si riferisce al fatto che non c’è scambio monetario tra te e l’utente. La realtà è che avviene uno scambio di altro genere: solitamente chiedi in cambio il contatto, quindi nome, email e telefono.

Raramente trovi un contenuto totalmente gratuito in cui non è richiesto di lasciare i tuoi dati. In questo caso fa parte della strategia ed è possibile che al termine di quel contenuto ti venga offerto qualcos’altro di gratuito e di maggior valore, per il quale verrà richiesto il tuo contatto.


Perché creare un freebie

Ci sono molti motivi per cui investire il tuo tempo nella creazione di un freebie.

Il primo che abbiamo già condiviso è per ottenere un lead. In realtà questo è il punto di arrivo di un processo.

Se hai un contenuto da regalare, vuol dire che hai dei contenuti da condividere.

Se organizzi un sistema per regalare del materiale che riguarda la tua professione, la percezione è che tu abbia un’attività strutturata.

Attraverso la condivisione di temi ed esperienze fai percepire il tuo valore.

Puoi impressionare il tuo potenziale cliente ideale offrendogli un assaggio di ciò che sta cercando. In questo modo lavori già sulla selezione e comunichi con chi è in linea con te.

Il valore del freebie farà percepire il tuo valore: a seconda del messaggio che vuoi far arrivare può colpire la tua creatività, le tue capacità o il tuo successo.


Quali tipi di freebie

Il tuo contenuto può essere veicolato in diversi modi e ha lo scopo di far comprendere il tuo valore.

Da un lato c’è il tempo che impiegherai a crearlo, dall’altro c’è il valore che percepirà chi lo scarica. È importante mantenere un equilibrio tra questi due concetti, altrimenti rischia di essere un alto investimento di risorse a fronte di un basso valore percepito.

Il contenuto può essere una checklist, una ricetta, l’approfondimento di un tema, un mini corso e può essere presentato in diversi modi:

  • PDF, quindi un testo con o senza immagini

  • video, in questo caso ti consiglio di inserire i sottotitoli

  • audio, per esempio puoi decidere di affiancare anche il testo in un PDF

  • ebook, si tratta di un contenuto più strutturato e che abbia meno di 50 pagine

  • test, alle persone piace sempre fare i test e sentirsi dire come sono

  • una sequenza di email, tiene l’attenzione per più tempo e il programma ti permette di sapere chi ha letto cosa


Come creare un freebie

A seconda del formato in cui vuoi distribuirlo, ci sono molti strumenti che puoi usare. Molti di questi sono gratuiti, almeno in un primo tempo.

Per gli aspetti di grafica puoi utilizzare Canva che ha anche un piano gratuito. Con questa piattaforma puoi creare il tuo PDF e integrare le immagini.

Se vuoi registrare ed editare un audio puoi utilizzare Audacity, software totalmente gratuito.

Se preferisci il video, puoi partire dal tuo smartphone e utilizzare programmi come YouCut o anche Canva.

Alcuni di questi strumenti sono semplici, per altri invece dovrai studiare e apprendere nuove abilità e questo verrà trasmesso attraverso il tuo freebie.


Come distribuire un freebie

Una volta che lo hai creato, hai bisogno di farlo arrivare ai tuoi potenziali clienti.

Il primo passo è creare una landing page che si occuperà di raccogliere i dati e rendere disponibile il tuo materiale.

Il secondo passo è iniziare a parlare del tuo freebie: sui social, nelle tue newsletter, nei contenuti che scrivi e condividi.


Quanti freebie creare

Il mio consiglio è di strutturare la tua attività in modo lineare, dove ogni tappa porti al passaggio successivo.

Se ancora devi creare il tuo customer journey (viaggio del cliente) inizia con un solo freebie, testalo e piuttosto miglioralo.

Con il tempo conoscerai meglio i tuoi clienti e potrai costruire altri contenuti gratuiti.


Il mio consiglio: se questa è una strada che vuoi percorrere, inizia subito. Crea qualcosa di semplice per prendere confidenza con questo strumento e comprendere come reagisce il tuo pubblico.

L’altra possibilità è pagare una professionista perché crei il contenuto che desideri dando un aspetto grafico, o video, al tuo messaggio. In questo caso ti consiglio di avere chiaro l’intero processo prima di investire in una singola fase del percorso.





24 visualizzazioni0 commenti

Post correlati

Mostra tutti